mercoledì 7 febbraio 2007

Yakitate!! Japan

Yakitate Japan

L'astronauta scese a fatica dall'Apollo stringendo nel guanto il croissant migliore che avesse mai assaggiato; con un sospiro lo lanciò verso l'orizzonte lunare, annunciando via radio a milioni di persone: "Per colui che lo ha cucinato questo è solo un piccolo croissant, ma è un passo gigantesco per l'industria del pane!"



Animazione - Presente

Lasciamo perdere questa parte. L'animazione non è assolutamente il forte di questo show. Non che sia particolarmente brutta, è che proprio non ci hanno speso un centesimo. Sembra scialba e datata, ma non è fastidiosa.


Audio - 8/10

La colonna sonora non è niente di eccezionale ma gran parte dei doppiatori è veramente notevole. Capirete cosa intendo quando lo sentirete. Tenendo conto che si tratta di una delle commedie più assurde che siano mai state fatte, lo scoglio maggiore da superare per i doppiatori è riuscire a far sembrare abbastanza idioti i personaggi; ci riescono perfettamente. Geniale il doppiatore di Kawachi soprattutto durante l'ultimo terzo della serie.


Storia - 6/10

Azuma Kazuma scopre le gioie del pane da bambino e decide di far sentire anche a suo nonno quanto è buono. Armato di buona volontà, inventiva e di un paio di Mani Solari (zitto. non fare domande. non puoi capire) riesce a convertire tutta la famiglia dal riso al pane, in pieno Giappone. Anni dopo, finita la scuola obbligatoria, Azuma inizia la sua avventura: farsi assumere da Pantasia (ho detto non fare domande!) per aumentare la propria abilità e creare Ja-pan, ovvero la specialità giapponese che fino ad allora non esisteva, il pane che rispecchia l'anima del Giappone.

In pratica si tratta di una lunga serie di gare fra panettieri dove ciascuno tira fuori qualche tecnica incredibile per creare una qualche versione assurda di pane, spesso ispirata a forme realmente esistenti. Se fosse tutto qui, sarebbe l'anime più noioso mai fatto. Per fortuna, c'è di più; spiegherò il resto più avanti.


Personaggi - 8/10

Durante l'anime ci vengono presentati molti personaggi, uno più assurdo dell'altro; anzi ci sono probabilmente tutti gli stereotipi che siano mai stati utilizzati in un anime, rielaborati in stile Yakitate!! Japan (ovvero resi stupidi). Sono forse uno dei punti un po' più forti dello show, ma niente di eccezionale. Avrei dato 7 ma ciò non avrebbe reso giustizia allo sforzo disumano che i creatori dell'anime hanno compiuto per pompare idiozia in ogni cosa che ha due gambe e parla.


Stupidità ed atti di violenza ingiustificata e gratuita contro la serietà - 10/10

Il livello di stupidità di quest'anime è tale da meritare una sezione a parte. In un'era nella quale creare un anime graficamente bello con una storia seria è quasi alla portata di tutte le case di produzione, c'è un qualcosa di araldico nella bruttezza grafica e nella stupidità di Yakitate. Notevole anche la malvagità con la quale i creatori dell'anime hanno preso ogni secondo di spettacolo serio e lo hanno strangolato, bruciato vivo, fucilato, legato e sepolto in un angolo buio.


Reazioni dei personaggi - 11/10

Queste sono il punto focale dell'anime e devo dire che la maggior parte è davvero esilarante. In pratica ogni volta che un personaggio assaggia il pane fatto da Azuma (e, più avanti, anche da altri personaggi)... ha una reazione. La reazione consiste in una visione di lunghezza variabile durante la quale il personaggio si separa completamente dalla realtà e subisce un qualche effetto. Gli effetti variano in base alla forma o all'ingrediente principale del pane ingerito e/o in base ad alcuni giochi di parole. Un esempio di reazione è quello che avete letto in questa recensione appena sotto la locandina.

Le reazioni brillano sia per l'inventiva incredibile dimostrata dai creatori dell'anime sia per l'idiozia intrinseca di ciascuna di esse. Non è esagerato affermare che l'autore deve aver operato sotto l'effetto di pagnotte allucinogene. Geniale.


Giochi di parole - 15/10

I giochi di parole usati durante le reazioni dei personaggi ed altrove sono qualcosa di inspiegabile. Se gli autori hanno mostrato una grande immaginazione nella creazione delle reazioni dei personaggi, i giochi di parole sfondano la barriera del credibile. Il punto è che non solo sono tanti, ma sono anche TANTO BRUTTI. Sono il tipo che almeno una volta nella vita ci scappa detto dopo aver bevuto una birra di troppo e fa voltare tutti gli amici, che inevitabilmente sfoderano il loro sguardo omicida più minaccioso. Ce ne saranno più o meno cinque o sei in ogni episodio; tenuto conto che l'anime è lungo 69 episodi e che persino il titolo è un pessimo gioco di parole (Ja-pan, pane/giappone), stiamo parlando di un sadismo quasi maniacale. Fantastico. Geniale. Sublime.


Inutilità - 18/10

Questo è forse l'anime più inutile che sia mai stato fatto. L'unica cosa che cambierà in voi e nella vostra vita sarà il numero di neuroni sopravvissuti.


Pane - Tantissimo


Incredibile la varietà di pagnotte, toast, dolci e quant'altro utilizzata.


Apprezzamento Personale - 8/10


Verso la fine ha cominciato ad annoiarmi, ma è finito in tempo ;)


Voto complessivo - 8/10

Grande originalità e molto divertimento. Consigliato a chi ha tempo per un anime stupidissimo di 69 episodi.













2 commenti:

alfredo ha detto...

Io direi che quest'anime è fantastico! Lo vorrei consigliare a tutti. Per quanto riguarda i giochi di parole...alcuni sono veramente agghiacciani, ma altri sono molto azzeccati. Poi vedendolo (e capendo) in giapponese è tutta un'altra storia!

Lepaca Kliffoth ha detto...

Una cosa e' certa: e' assolutamente unico :)